Inaugurata la prima Casa dell’Acqua: gli erogatori, gratuiti, di acqua refrigerata naturale o frizzante saranno installati a Roma e in provincia

Su istanza dei Sindaci dei comuni ricadenti nell’ATO 2 – Lazio centrale, Acea Ato 2, in qualità di gestore affidatario del Servizio Idrico Integrato, si è resa disponibile alla realizzazione di erogatori pubblici di acqua refrigerata naturale/gasata alla spina, detti “Case dell’acqua”. La Conferenza dei Sindaci dell’ATO 2, con delibera n. 9/2014, ha approvato la proposta di investimento, inserendo l’intervento nel Piano degli Investimenti 2014/2017, con un finanziamento di circa 3 milioni di euro in 3 anni.

Nel corso del 2014 è stato realizzato il primo prototipo, sul modello del logo aziendale, opportunamente rivisitato, che mette in evidenza i core business di Acea: Acqua, Energia ed Ambiente. Si tratta, in effetti, di moderni impianti per la distribuzione di acqua naturale e frizzante refrigerata, che, a titolo gratuito, distribuiscono acqua di rete, la stessa degli acquedotti cittadini: un’acqua sicura e ottima da bere, certificata da rigorosi controlli periodici, svolti da Acea e dalle ASL competenti. Le Case dell’acqua, che rispettano le normative specifiche in materia di fornitura alimentare e sicurezza, hanno una portata pari a 180 l/h, che consente il riempimento di una bottiglia di 1 litro in 20 secondi, sono dotati di strumentazione di monitoraggio, integrata con i sistemi di telecontrollo di Acea Ato 2, e sono munite anche di prese di alimentazione elettrica, per la ricarica di cellulari e tablet (o un qualsiasi dispositivo con attacco USB).

La prima Case dell’acqua è stata installata a Roma, presso la sede centrale di Acea, in Piazzale Ostiense, 2, ed inaugurata il 30 di settembre 2014. La fase sperimentale prevede l’installazione di 20 Case dell’acqua, nel territorio di Roma e provincia, ma il progetto è quello di arrivare a 100 installazioni nei prossimi tre anni.

Torna alla Homepage

Media correlati