La Basilica di S. Pietro illuminata con tecnologia LED

Nel dicembre del 1999, in presenza di Giovanni Paolo II, fu inaugurata la nuova illuminazione della Basilica di S. Pietro, realizzata da Acea per il Grande Giubileo del 2000. A quindici anni di distanza si è svolta in presenza delle autorità ecclesiastiche ed istituzionali, l’inaugurazione del nuovo impianto, che, pur basandosi sul precedente progetto illuminotecnico, ha previsto l'installazione di ben 340 corpi illuminanti a tecnologia LED, con lampade di dimensioni ridotte e ad alta efficienza per valorizzare al meglio la forma delle strutture architettoniche e la tonalità dei colori.

L'intervento sulla Basilica di S. Pietro, che Acea ha offerto alla città di Roma, ha previsto l'illuminazione della Cupola, del Tamburo, della Lanterna, delle Cupole minori laterali, della facciata, delle finestre e dell'Aula delle benedizioni. Per la prima volta, inoltre, Acea ha illuminato con le nuove sorgenti LED la Gloria dell'Altare Maggiore e il Baldacchino di San Pietro, all'interno della Basilica. L'operazione, oltre che far brillare l'intera Basilica di nuova luce, ha realizzato una riduzione strutturale pari al 70% dei precedenti consumi energetici, con rinnovata attenzione ai temi del rispetto ambientale.

Nel realizzare quest'importante intervento sono state scelte ed impiegate tecnologie e maestranze ''made in Italy'', come la squadra di operatori su fune dell'impresa A&G, altamente specializzati, e gli apparecchi illuminanti dell'azienda piemontese Diamante lighting. 

Torna alla Homepage

Media correlati