La produzione di compost: primo anello di una agricoltura sostenibile

Tra le operazioni di trattamento rifiuti, gestite dal Gruppo, e incluso anche il compostaggio di rifiuti organici, costituiti da potature, frazione organica dei rifiuti solidi urbani (RSU) e fanghi di depurazione, provenienti dal ciclo di gestione integrata delle acque. Con queste materie prime di scarto, sapientemente dosate e fatte interagire tra loro all’interno di impianti tecnologicamente avanzati, viene prodotto un compost di alta qualità, molto apprezzato dagli agricoltori che lo usano per rinforzare terreni impoveriti dall’uso prolungato di fertilizzanti chimici.

La societa Aquaser, direttamente e tramite le societa collegate Kyklos, Solemme e Samace99, gestisce tre impianti di compostaggio, rispettivamente ad Aprilia (LT), Sabaudia (LT) e Monterotondo Marittimo (GR).

Nel 2014 Aquaser ha movimentato un quantitativo complessivo pari ad oltre 380.000 tonnellate di rifiuti, di cui circa 188.000 tonnellate di fanghi di depurazione palabili, provenienti principalmente dalle societa idriche del Gruppo Acea, e che hanno seguito le seguenti destinazioni finali:

  • 6% a spandimento diretto in agricoltura; 
  • 77% a compostaggio.

Il restante 17% e stato avviato a smaltimento in quanto non recuperabile.

L’impianto di Kyklos a luglio 2014 e stato teatro di un grave incidente che ha coinvolto – provocandone il decesso – due lavoratori di una societa esterna, impegnati in una routinaria attivita di prelievo di liquidi di scarto tramite autocisterna. I tecnici Acea stanno collaborando attivamente con le forze dell’ordine e della magistratura, per fare piena luce sulle dinamiche dell’incidente (vedi anche box in capitolo Fornitori).

Per dati puntuali sulla produzione di compost si rimanda al Bilancio ambientale.

99 L’impianto di Samace è stato acquisito a fine 2013.