I clienti del Gruppo Acea

I CLIENTI DEL SERVIZIO ELETTRICO E GAS

Secondo gli ultimi dati pubblicati dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il sistema idrico27, Acea Energia è il quarto operatore in Italia per volumi commercializzati nel mercato finale della vendita dell’energia, con una quota di mercato del 3,9%.

Ogni anno, secondo le normali dinamiche concorrenziali del mercato libero, Acea Energia riesce ad acquisire nuovi clienti, attraverso le proprie campagne commerciali, e ne cede una quota parte, che viene attratta dai principali concorrenti. Osservando le variazioni intervenute tra il 2014 e il 2013 nei diversi segmenti del mercato energetico gestiti da Acea Energia, si nota una crescita dei clienti sul mercato libero mass market, grazie a mirate campagne di acquisizione di nuovi clienti, in coerenza con la strategia di consolidamento della customer base dual fuel (energia elettrica e gas).

TABELLA N. 13 – VENDITA ENERGIA ELETTRICA E GAS: I CLIENTI DEL GRUPPO ACEA PER TIPOLOGIA DI MERCATO (2012-2014)

 201220132014
mercato di maggior tutela (n. punti prelievo) 1.088.701 1.071.557 1.023.316
mercato libero – mass market (n. punti prelievo) 236.652 224.733 293.737
mercato libero – grandi clienti (n. punti prelievo) 61.336 76.543 53.899
mercato libero gas (n. punti di riconsegna) 97.607 98.676 154.601

L’Autorità nazionale di riferimento, nel Glossario della bolletta elettrica (allegato alla Delibera 500/2013/R/COM), ha proposto le definizioni dei principali segmenti del mercato liberalizzato dell’energia (vedi box).

I SEGMENTI DEL MERCATO DELL’ENERGIA

  • servizio di maggior tutela: è il servizio di fornitura di elettricità a condizioni economiche e contrattuali stabilite dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il sistema idrico. Il cliente domestico o le piccole imprese (con meno di 50 addetti ed un fatturato annuo non superiore a 10 milioni di euro, alimentate in bassa tensione) sono serviti in maggior tutela se non hanno mai cambiato fornitore o se ne hanno nuovamente richiesto l’applicazione dopo aver stipulato contratti nel mercato libero con altri fornitori. Le condizioni del servizio di maggior tutela si applicano anche ai clienti domestici e alle PMI rimaste senza fornitore, per esempio in seguito a fallimento di quest’ultimo.
  • mercato libero: dal 1° luglio 2007 il mercato dell’energia è stato liberalizzato: questo vuol dire che tutti i clienti possono liberamente scegliere da quale fornitore e a quali condizioni comprare l’elettricità. Nel mercato libero le condizioni economiche e contrattuali di fornitura di energia sono concordate direttamente tra le parti e non fissate dall’Autorità. In questo caso la bolletta riporta la scritta “mercato libero”.

Fonte: AEEGSI, Glossario della bolletta elettrica (Allegato alla Delibera 7 novembre 2013, 500/2013/R/COM) 

27 Vedi la Relazione annuale sullo stato dei servizi e sull’attività svolta, edizione 2014, capitolo Struttura, prezzi e qualità nel settore elettrico, disponibile online nel sito dell’AEEGSI. Acea è inoltre il secondo operatore nazionale per volumi venduti ai clienti del mercato di maggior tutela, con una quota di mercato del 4,3%, e quinto operatore per volumi venduti al mercato libero, con una quota del 3,8%.

I CLIENTI DEL SERVIZIO IDRICO

Acea è il primo operatore nazionale nel servizio idrico integrato (captazione, adduzione, potabilizzazione, raccolta dei reflui e depurazione) per popolazione servita, con un bacino di circa 8,5 milioni di abitanti in Italia. L’azienda, gestore storico del servizio idrico a Roma, ha progressivamente esteso la propria attività, diventando operatore di riferimento presso altri Ambiti Territoriali Ottimali (ATO)28 in provincia di Roma e Frosinone (Lazio), in provincia di Pisa, Firenze, Siena, Grosseto, Arezzo e Lucca (Toscana), nei territori che vanno dalla penisola Sorrentina ai centri vesuviani tra le province di Napoli e Salerno (Campania) e nell’area di Perugia e Terni (Umbria). Il Gruppo è operativo anche in alcuni paesi del Sud America29.

TABELLA N. 14 – UTENZE E ABITANTI SERVITI IN ITALIA DALLE PRINCIPALI SOCIETÀ IDRICHE DEL GRUPPO ACEA (2013-2014)

società utenze servitepopolazione servita
  2013201420132014
Acea Ato 2 590.499 591.580 3.700.000 3.655.900
Acea Ato 5 188.487 187.121 460.000 460.000
Gori 541.438 523.803 1.441.170 1.441.170
Acque 323.449 (*) 323.449 (**) 782.297 (*) 782.297 (**)
Publiacqua 384.290 385.968 1.229.691 1.229.691
Umbra Acque 230.439 230.849 501.351 506.999
Acquedotto del Fiora 234.286 234.156 407.469 (*) 407.469 (**)
totale 2.492.888 2.476.926 8.521.978 8.483.526

NB: la tabella include anche i dati relativi alle società idriche partecipate che, dal punto di vista economico, sono state consolidate nel Bilancio d’esercizio, con il metodo del patrimonio netto.
(*) il dato 2013 è stato rettificato, a seguito di nuove estrazioni da database aggiornati.
(**) il dato 2014 è da considerarsi provvisorio.

 

28 Il territorio nazionale, in base alla legge n. 36/1994, c.d. “Legge Galli”, che ha riorganizzato i servizi idrici, è suddiviso in Ambiti Territoriali Ottimali che tengono conto dei bacini idrografici. Per gli ATO nei quali Acea è operativa tramite società partecipate vedi in L’identità aziendale il paragrafo dedicato alle principali società del Gruppo e il capitolo Schede società idriche.
29 Vedi capitolo Le attività estere.